Le Radio Frequenze

Le Radio Frequenze monopolari-capacitive

Terapia ad alta frequenza regolarizza l’equilibrio elettrochimico cellulare

La terapia ad alta frequenza si basa sull’emissione di onde radio a larghissimo spettro in impulsi brevissimi (90-100 microsecondi) ripetuti da 40 a 2500 volte il secondo. Questa irradiazione focale determina la stimolazione tissutale con aumento della temperatura endogena. Ne consegue attivazione dei Fibroblasti con deposizione di neocollagene.

La terapia ad alta frequenza ripristina la polarizzazione della membrana cellulare

Altro risultato, riportato in letteratura, il ripristino della polarizzazione della membrana cellulare, operando principalmente nella regolarizzazione dell’equilibrio elettrochimico e restaurando la corretta permeabilità della membrana cellulare.

Plarizzazione della membrana cellulare . Alte frequenze

Controindicazioni delle radiofrequenze

Le radiofrequenze sono controindicate per i portatori di stimolatori cardiaci pacemaker e apparecchiature elettroniche perché potrebbero interferire con esse.

  • Inoltre, sarebbe controindicata alla presenza di patologie come:
  • neoplastiche, perché ne accelererebbe lo sviluppo, potrebbe avere effetti di vasodilatazione ed è sconsigliata
  • in caso d’insufficienza coronarica
  • nei disturbi ematologici
  • in alterazioni funzionali organiche
  • psicopatologie
  • per alcune malattie infettive
  • micosi
  • iperfunzione tiroidea
  • sindromi endocrine
  • tubercolosi e gravidanza.

Le RF monopolari-capacitive, frequenze rivoluzionarie di  Rinovacell prodotto da Focusmed per le ferite cutanee difficili,  raggiungono il derma profondo

Plarizzazione della membrana cellulare . Alte frequenzeElettrofilsiologia cellulare
Ioni calcio che attivano la membrana cellulareRadio Frequenze

Attivano gli ioni calcio e attivano la microcircolazione artero-capillare e il rilascio di endorfineNel 2002 un report della Natural Science Foundation ha evidenziato come la RF non abbia basi scientifiche (National Science Board, Science and Engineering Indicators, 2002).

Nel 2007 una rewiew sistematica condotta dalla Cochrane Collaboration non ha evidenziato alcuna prova che la Radio Frequenza sia utile nella cura delle lesioni trofiche sia a etiologia compressiva sia venosa (Olyaee Manesh A, Flemming K, Cullum NA, Ravaghi H “Electromagnetic therapy for treating pressure ulcers”). Cochrane Database Syst Rev (2): CD002930. DOI: 10,1002/14651858.CD002930.pub3. PMID 16625564, 2006). (Ravaghi H, Flemming K, Cullum N, Olyaee Manesh A “Electromagnetic therapy for treating venous leg ulcers”. Cochrane Database Syst Rev (2): CD002933.  14651858. CD002933. pub3. PMID 16625565, 2006).

Rinovacell e speciali alte frequenze utilizzate nello studio RITRALED, emesse dal RINOVACELL, apparecchio elettromedicale innovativo, brevettato e studiato appositamente per le ferite cutanee difficili, sono di tipo monopolare-capacitivo.ù

Rinovacell il dispositivo portatile per vulnologia e dermatologiaALTE FREQUENZE E LORO EFFETTI BENEFICI
70 W su 100 Ohm (con controllo potenza riflessa), e selezionare il tipo di manipolo e le frequenze erogabili (2, 4 0 8 MHz).Consente di modulare in maniera più accurata la stimolazione elettrotermica e raggiungere direttamente, e in maniera precisa, il Derma profondo.

L’apparecchio permette di utilizzare potenze diverse, con un massimo di 70 W su 100 Ohm (con controllo potenza riflessa), e selezionare il tipo di manipolo e le frequenze erogabili (2, 4 0 8 MHz).

Ciò consente di modulare in maniera più accurata la stimolazione elettrotermica e raggiungere direttamente, e in maniera precisa, il Derma profondo. Il calore scientificamente controllato e calibrato e la deformazione cellulare conseguente all’irradiazione delle specifiche alte frequenze attivano la popolazione fibroblastica stimolando l’aumento della fisiologica produzione di neocollagene.

La biostimolazione, in funzione delle movimentazioni energetiche endocellulari e alla dissipazione controllata dell’energia termica prodotta dalle alte frequenze controllate, incrementa una serie di parametri funzionali. Infatti, tali campi elettromagnetici modificano, a livello tissutale, le condizioni di mobilità delle specie ioniche e polari presenti e alterano le condizioni di equilibrio dei legami chimici. In particolare sono in grado di agire sulle membrane cellulari e sul flusso degli ioni calcio, con conseguente:

  1. vasodilatazione e attivazione della microcircolazione arteriolo-capillare,
  2. analgesia per azione sulle terminazioni nervose (con rilascio di endorfine),
  3. ossigenazione intracellulare con accelerazione del metabolismo cellulare
  4. drenaggio flebolinfatico con riduzione degli edemi e delle stasi congestizie.

Ulcere trofiche venose, arteriose e miste, tempi di recupero ridotti dal 60 all’80%

La conseguente rimozione dei cataboliti tessutali determina aumento della velocità di riparazione e rigenerazione tissutale con riduzione dei tempi di recupero (tra il 60 e 1’80%). Inoltre, il singolo trattamento determina effetto che perdura per un periodo di tempo (circa dieci giorni con “plateau” di sette) innescando un meccanismo di “memoria” nella popolazione cellulare.ulcere trofiche

 

Una seduta di richiamo ogni 3 mesi per curare più velocemente le ulcere trofiche e non solo

Ne consegue che, con una seduta di richiamo anche dopo 2-3 mesi dalla fine del ciclo di trattamento (6-10 sedute), è possibile riattivare “in toto” la risposta fibroblastica suddetta. Gli effetti delle particolari alte frequenze innescano importanti risposte biologiche e sono utilizzate per controllare il dolore e per migliorare il trofismo muscolare. Che la RF sia metodica realmente efficace   nelle lesioni croniche del piede diabetico è stato evidenziato da una meta-analisi su diciassette studi (Foster, Smith, Taylor, Zinkie et Houghton, 2004).

*Disclaimer
Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono né da prescrizione né da consiglio medico. La Focusmed Srl ed i suoi dipendenti e/o collaboratori non danno consigli medici.
Le informazioni presenti in questa sito, ed in particolare su questa pagina non sostituiscono il parere del medico; evidenziamo, oltre ciò, che persone diverse che presentino gli stessi sintomi molto spesso necessitano di cure differenti, per via della complessità di alcuni casi clinici.
Le informazioni fornite in questo sito, ivi comprese le su riportate, sono di natura generale e pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico e/o un fisioterapista  (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione) né vogliono essere consigli per gli stessi. Solo una visita diretta presso un operatore sanitario legalmente riconosciuto ed abilitato alla professione  può portare ad una diagnosi e perciò ad un percorso terapeutico.
Nulla su questo sito  può essere interpretato come un tentativo di offrire un'opinione medica o in altro modo coinvolgere la Focusmed Srl ed i suoi dipendenti e/o collaboratori nella pratica della medicina.

800-456220