LINEE GUIDA RINOVACELL®

INTELLIGENT TECHNOLOGY

Che problematiche risolve il Rinovacell®?

Il dispositivo elettromedicale Rinovacel® è stato studiato per fornire un reale aiuto a tutti i professionisti che lavorano nel campo della vulnologia e dermatologia, soprattutto contro le ferite cutanee difficili: campo dove ci sono davvero poche tipologie di presidi a disposizione dei professionisti.

Rinovacell® si è dimostrato estremamente efficace nel trattare ulcere cutanee di differenti eziologie (es. diabetiche, venose, da decubito). Inoltre il suo utilizzo è di grande aiuto anche nel favorire la rigenerazione cutanea in generale, quindi la riepitelizzazione e la cicatrizzazione di ferite chirurgiche ad esempio.

Il dispositivo elettromedicale Rinovacell® permette di raggiungere questi risultati grazie ai suoi effetti prorigenerativo, antiinfiammatorio ed antiedemigeno: in questo modo favorisce i fisiologici processi di rigenerazione cutanea in praticamente qualsiasi setting clinico.

 

Patologie che rispondono bene al trattamento Rinovacell®

Ferite cutanee difficili:

  • Ulcere diabetiche
  • Ulcere trofiche: venose, miste, arteriose
  • Ulcere chirurgiche
  • Ulcere da decubito
  • Ulcere infette

Lesioni cutanee:

  • Ferite chirurgiche

 

 

Che pazienti posso trattare con Rinovacell®?

Negli anni abbiamo maturato una notevole esperienza con il dispositivo elettromedicale Rinovacell® e soprattutto nel trattamento di pazienti anziani fragili, anche pluripatologici o dove l’etiologia della lesione non era ancora ben definita.

Grazie alla collaborazione con l’Università di Salerno, non si sono evidenziate reazioni avverse né durante, né dopo il trattamento; inoltre non si è rilevata alcuna interazione farmacologica con le politerapie che assumono spesso i pazienti più anziani.

 

Quali sono i vantaggi del Rinovacell®?

I punti di forza del Rinovacell® si toccano con mano fin dalle primissime sedute:

  • Il beneficio clinico è evidente già dopo le prime sedute: ulcera meno dolente, edema notevolmente riassorbito, riduzione significativa dell’area eritematosa.
  • Il Rinovacell® è estremamente facile da usare e da modulare durante il trattamento: fattori importantissimi considerando la delicatezza dei tessuti in fase di guarigione.
  • Non servono né gel né creme

 

Perché il Rinovacell® funziona?

Il dispositivo elettromedicale Rinovacell® permette di ottenere degli eccezionali effetti terapeutici grazie all’attività biologica, sia diretta che indiretta, delle alte frequenze. Inoltre il dispositivo è stato sviluppato apposta per poter trattare delicatamente, e senza il rischio di lesioni, i tessuti in fase di guarigione.

Il microcircolo1,2 è il substrato anatomico-funzionale dove il nostro dispositivo elettromedicale agisce: le alte frequenze permettono di arrivare in profondità nei tessuti, bersagliando con la terapia direttamente la sede della lesione e le (micro)aree ischemiche della cute e del derma.

Il trattamento diatermico capacitivo ad alta frequenza con Rinovacell® ha l’obiettivo di ripristinare il corretto trofismo tissutale agendo sia sul microambiente della lesione, che sul suo intorno, quindi sull’area perilesionale.

Per raggiungere quest’obbiettivo il Rinovacell® agisce direttamente sul microcircolo, presente nel distretto anatomico trattato: grazie all’intenso effetto diatermia, gli sfinteri precapillari si dilatano permettendo l’irrorazione anche dei distretti precedentemente ischemici. Associato all’effetto vasodilatatorio, il Rinovacell® induce lo sviluppo di un’iperafflusso sanguigno nel distretto trattato: i cataboliti tissutali vengono rimossi efficacemente (effetto wash-out) ed i nutrienti necessari per la rigenerazione sono massicciamente portati in loco.

Il microambiente così “rigenerato” induce, a cascata, numerosi effetti positivi su diverse tipologie cellulari: le cellule epiteliali si rigenerano e duplicano più facilmente e con più efficacia; i leucociti si trovano in un ambiente para-fisiologico e quindi il loro fenotipo tende a diventare prorigenerativo; i neuroni del dolore non hanno più i loro recettori immersi in un microambiente che li sensibilizza.

 

Quindi, gli effetti benefici del Rinovacell® agendo sul microcircolo sono:

  • Effetto prorigenerativo: i nutrienti riportati nella sede della lesione favoriscono una veloce riepitelizzazione dell’ulcera.
  • Effetto antiinfiammatorio: sono ridotte le chemochine che segnalano la presenza di danno del tessuto – es. riequilibrio del pH tissutale3, riequilibrio concentrazione O24,5 –; inoltre la diatermia ha un effetto diretto sul fenotipo dei leucociti6,7.
  • Effetto antalgico: riduzione delle chemochine sensibilizzanti i recettori del dolore ed effetto diatermico diretto sulle vie del dolore8,9.
  • Effetto antiedemigeno: l’iperafflusso sanguigno riduce la pressione idrostatica intracapillare (effetto Venturi).

 

Bibliografia

  1. Guven, G., Hilty, M. P. & Ince, C. Microcirculation: Physiology, Pathophysiology, and Clinical Application. Blood Purif. 49, 143–150 (2020).
  2. Secomb, T. W. & Pries, A. R. The microcirculation: physiology at the mesoscale: The microcirculation: physiology at the mesoscale. J. Physiol. 589, 1047–1052 (2011).
  3. Díaz, F. E. et al. Fever-range hyperthermia improves the anti-apoptotic effect induced by low pH on human neutrophils promoting a proangiogenic profile. Cell Death Dis. 7, e2437–e2437 (2016).
  4. Diskin, C. & Pålsson-McDermott, E. M. Metabolic Modulation in Macrophage Effector Function. Front. Immunol. 9, 270 (2018).
  5. Viola, A., Munari, F., Sánchez-Rodríguez, R., Scolaro, T. & Castegna, A. The Metabolic Signature of Macrophage Responses. Front. Immunol. 10, 1462 (2019).
  6. Mace, T. A. et al. Differentiation of CD8 + T cells into effector cells is enhanced by physiological range hyperthermia. J. Leukoc. Biol. 90, 951–962 (2011).
  7. Evans, S. S., Repasky, E. A. & Fisher, D. T. Fever and the thermal regulation of immunity: the immune system feels the heat. Nat. Rev. Immunol. 15, 335–349 (2015).
  8. Moran, M. M., McAlexander, M. A., Bíró, T. & Szallasi, A. Transient receptor potential channels as therapeutic targets. Nat. Rev. Drug Discov. 10, 601–620 (2011).
  9. Tansey, E. A. & Johnson, C. D. Recent advances in thermoregulation. Adv. Physiol. Educ. 39, 139–148 (2015).

Desideri provare i dispositivi?

Vuoi testare la loro funzionalità e praticità?
Compilando il modulo un nostro incaricato ti contatterà per fissare un incontro a costo zero inoltre, confermi di essere un professionista o un'amministratore-dirigente di un'azienda sanitaria.

Siamo molto attenti alla privacy, per questo motivo i dati inseriti in questo modulo sarano trattati nel pieno rispetto delle regole della privacy Europea (GDPR) che trovi qui  e conservati per il tempo necessario a soddisfare la richiesta inviata.

Approvazione della Privacy

1 + 6 =

×

Salve.

Clicca sull'icona per inviare un messaggio con WhatsApp, oppure inviaci una mail cliccando quì.

Hello.

Click to send a message with WhatsApp, or send us an email by clicking here .

× Serve aiuto? Need help?
800-456220