Bacino

Periartrite dell’anca

Periartrite dell’anca 

Il termine periartrite dell’anca indica generalmente uno stato infiammatorio acuto a carico dei tendini che fanno capo all’articolazione dell’anca (muscoli pelvi-trocanterici e adduttori). Può essere associata anche a borsite trocanterica, ovvero ad infiammazione di una delle borse sierose  presenti in corrispondenza del grande trocantere femorale.

La periartrite dell’anca è più frequente nelle donne, negli sportivi come podisti che sollecitano ripetitivamente la muscolatura dell’anca e in caso di dismetria degli arti inferiori.
Se l’infiammazione è a carico dei tendini dei muscoli adduttori si potrà avere una pubalgia o un dolore nella regione inguino-crurale.
Se invece la periartrite colpisce i muscoli pelvi-trocanterici (muscoli glutei, gemelli, piriforme, otturatori e quadrato del femore) si avrà una sindrome dolorosa alla regione glutea e alla radice della coscia sulla faccia esterna a livello del grande trocantere.

Sintomatologia

Il dolore è il sintomo principale della periartrite dell’anca. Esso sarà riferito principalmente in corrispondenza del grande trocantere sulla faccia esterna della coscia. Più presente di giorno, si aggrava salendo o scendendo le scale e in generale nei movimenti che sollecitano maggiormente i muscoli che prendono inserzione sull’anca (rotazione, iperestensione e abduzione).
Nelle forme più gravi si può manifestare una zoppia di fuga.

Diagnosi

La diagnosi è essenzialmente clinica.
Potrà essere richiesto un esame radiografico per evidenziare eventuali calcificazioni o per escludere altre affezioni dolorose a carico dell’anca (coxartrosi, per esempio)

Trattamento

E’ consigliato un periodo di riposo e una terapia medica con farmaci antinfiammatori e analgesici, fisiokinesiterapia con terapie fisiche (laserterapia, diatermia, ultrasuoni, ecc.). Se il dolore persiste possono essere indicate infiltrazioni di cortisonici.

Trattamento con ProNexibus Plus®

L’uso del ProNexibus Plus® permette di ottenere risultati di piena efficacia nel trattamento delle periartriti  dell’anca. La vasodilatazione indotta dall’effetto termico generato dalle alte frequenze, aumenta l’ossigenazione intracellulare, rimuove i cataboliti e riduce l’infiammazione. L’effetto antalgico, per azione sulle terminazioni nervose libere e rilascio di endorfine, è evidente già dopo le prime sedute e perdura nel tempo.

*Disclaimer
Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono né da prescrizione né da consiglio medico. La Focusmed Srl ed i suoi dipendenti e/o collaboratori non danno consigli medici.
Le informazioni presenti in questa sito, ed in particolare su questa pagina non sostituiscono il parere del medico; evidenziamo, oltre ciò, che persone diverse che presentino gli stessi sintomi molto spesso necessitano di cure differenti, per via della complessità di alcuni casi clinici.
Le informazioni fornite in questo sito, ivi comprese le su riportate, sono di natura generale e pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico e/o un fisioterapista  (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione) né vogliono essere consigli per gli stessi. Solo una visita diretta presso un operatore sanitario legalmente riconosciuto ed abilitato alla professione  può portare ad una diagnosi e perciò ad un percorso terapeutico.
Nulla su questo sito  può essere interpretato come un tentativo di offrire un'opinione medica o in altro modo coinvolgere la Focusmed Srl ed i suoi dipendenti e/o collaboratori nella pratica della medicina.

800-456220