Ginocchio

Blocchi articolari del ginocchio

I BLOCCHI ARTICOLARI DEL GINOCCHIO DOVUTI A SOFFERENZE MENISCALI

I menischi sono due cunei fibrocartilaginei a forma di C (menisco mediale) e di O (menisco laterale) interposti tra le superfici articolari di femore e tibia. I menischi svolgono diverse funzioni, in particolare assorbono gli impatti, proteggono la cartilagine dagli stress meccanici e garantiscono la stabilità articolare. Dal punto di vista anatomico possiamo distinguere per ciascun menisco un corno anteriore, una zona centrale, detta corpo, e un corno posteriore.
Le lesioni meniscali possono essere distinte in due tipi: di tipo acuto o di origine traumatica e di tipo degenerativo. Le prime sono determinate, nella maggior parte dei casi, da un trauma distorsivo del ginocchio e sono più frequenti nei giovani e negli sportivi. Le seconde, invece, sono determinate da una usura ingravescente del menisco stesso legata all’invecchiamento, con l’avanzare dell’età, infatti, il tessuto meniscale perde di elasticità, va incontro a disidratazione e diviene più fragile.

Sintomatologia e Diagnosi

I sintomi comprendono principalmente dolore, gonfiore localizzato, impotenza funzionale. Le lesioni meniscali tendono a causare a volte dei veri e propri blocchi articolari, soprattutto nei soggetti giovani, spesso associati a lesione del legamento crociato anteriore. Il blocco è dovuto alla dislocazione di frammenti meniscali all’interno dell’articolazione del ginocchio che ne impediscono una completa estensione. Il paziente talvolta riferisce la percezione di crepitii articolari.
In caso di patologia cronica il paziente riferirà idrartri recidivanti, dolori articolari a carattere saltuario, instabilità ed episodici blocchi articolari spesso associati a sforzi minori.

La diagnosi è essenzialmente clinica, essa si basa sulla raccolta dei dati anamnestici e sull’esame obiettivo. Si potrà riscontrare blocco del ginocchio in flessione, tumefazione, dolore alla digitopressione dell’interlinea articolare, eventuale idrartro, positività ai test meniscali di McMurray in flessione e di Apley da sforzo, ipotrofia muscolare più o meno marcata.
Per confermare la diagnosi il medico potrà richiedere una RMN, una radiografia standard per escludere lesioni scheletriche o una TAC.

Trattamento 

Può essere conservativo o chirurgico.
Il primo è riservato alle lesioni di lieve entità, e prevede l’esecuzione del protocollo RICE (rest, ice, compression and elevation), il ricorso a terapia farmacologica con antidolorifici e antinfiammatori e l’esecuzione di esercizi per rinforzare il muscolo quadricipite.
Nel caso invece di lesioni meniscali più gravi che possono portare a blocchi articolari è necessario l’intervento chirurgico a cui farà seguito una terapia riabilitativa.

Trattamento lussazione rotulea con ProNexibus Plus®

L’uso del ProNexibus Plus® permette di ottenere ottimi risultati sia nel trattamento nel trattamento conservativo delle lesioni meniscali, che in caso di intervento chirurgico (all’interno del programma di riabilitazione post-operatoria). L’effetto termico generato dalle alte frequenze stabilizzate e controllate, induce vasodilatazione e iperafflusso ematico favorendo il drenaggio linfatico e la riduzione degli edemi. Grazie alla stimolazione indotta dalle alte frequenze anche la sintomatologia dolorosa viene meno per effetto sulle terminazioni nervose libere e per il rilascio di endorfine. La sensazione percepita sulla cute è di leggero tepore; il trattamento induce un generale stato di rilassamento corporeo e decontratturante della strutture capsulo-legamentose facilitando l’esecuzione degli esercizi fisioterapici riabilitativi.

*Disclaimer
Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono né da prescrizione né da consiglio medico. La Focusmed Srl ed i suoi dipendenti e/o collaboratori non danno consigli medici.
Le informazioni presenti in questa sito, ed in particolare su questa pagina non sostituiscono il parere del medico; evidenziamo, oltre ciò, che persone diverse che presentino gli stessi sintomi molto spesso necessitano di cure differenti, per via della complessità di alcuni casi clinici.
Le informazioni fornite in questo sito, ivi comprese le su riportate, sono di natura generale e pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico e/o un fisioterapista  (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione) né vogliono essere consigli per gli stessi. Solo una visita diretta presso un operatore sanitario legalmente riconosciuto ed abilitato alla professione  può portare ad una diagnosi e perciò ad un percorso terapeutico.
Nulla su questo sito  può essere interpretato come un tentativo di offrire un'opinione medica o in altro modo coinvolgere la Focusmed Srl ed i suoi dipendenti e/o collaboratori nella pratica della medicina.

×

Salve.

Clicca sull'icona per inviare un messaggio con WhatsApp, oppure inviaci una mail cliccando quì.

Hello.

Click to send a message with WhatsApp, or send us an email by clicking here .

× Serve aiuto? Need help?
800-456220