Piede

Lussazione e sublussazione

Lussazione e sublussazione del tendine e dei muscoli peronei

I muscoli peronei terminano con robusti tendini che dalla loggia posteriore della gamba si inseriscono sul piede al lato esterno e interno della caviglia, passando dietro i malleoli peroneali in una loggia. La stabilità dei due tendini peronieri è garantita dal fatto che essi sono contenuti e protetti nella loro sede da alcuni fasci fibrosi che formano i retinacoli dei peronieri (retinacolo superiore e inferiore). Durante la deambulazione, la corsa o il salto i tendini peronieri garantiscono principalmente la stabilità del piede e permettono la flessione plantare. A seguito però di un trauma, in particolare distorsioni e inversioni, possono verificarsi delle lesioni a carico del retinacoli e i tendini peronieri possono lussarsi completamente o parzialmente e svincolarsi dalla doccia peroneale. L’instabilità dei peronieri interessa soprattutto pazienti giovani che svolgono attività sportiva.

Sintomatologia

Dolore alla faccia esterna della caviglia, scatto alla flesso-estensione della caviglia, sensazione di instabilità, possibile gonfiore o tumefazione retromalleolare.

Diagnosi

La diagnosi clinica è affidata alla raccolta dei dati anamnestici (traumi distorsivi pregressi) e all’esame obiettivo che evidenzierà dolore e tumefazione locale, eversione contro resistenza e dorsiflessione della caviglia, sensazione di lussazione dei tendini durante il movimento circolare della caviglia. Un esame ecografico o una RMN completeranno la diagnosi.

Trattamento

Riposo, ghiaccio, farmaci antinfiammatori, fisioterapia con massaggi e terapia fisiche come diatermia e laserterapia. In caso di rottura del tendine sarà necessario intervenire chirurgicamente.

Trattamento con ProNexibus Plus®

Il trattamento con ProNexibus Plus® garantisce risultati di piena efficacia nel trattamento dell’achillodinia. L’effetto antalgico è evidente fin dalle prime sedute ed è dovuto all’azione diretta della alte frequenze sulle terminazioni nervose libere e al rilascio di endorfine. Il calore emanato dalle alte frequenze rilassa la muscolatura anche in profondità e, provocando vasodilatazione, stimola il drenaggio linfatico riducendo il gonfiore con conseguente effetto antinfiammatorio e antiedemigeno. La sensazione percepita sulla cute è di leggero tepore.
Il trattamento induce un generale stato di rilassamento corporeo e decontratturante della muscolatura, permettendo un più rapido recupero.

Tendine achille trattamento con pronexibus

*Disclaimer
Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono né da prescrizione né da consiglio medico. La Focusmed Srl ed i suoi dipendenti e/o collaboratori non danno consigli medici.
Le informazioni presenti in questa sito, ed in particolare su questa pagina non sostituiscono il parere del medico; evidenziamo, oltre ciò, che persone diverse che presentino gli stessi sintomi molto spesso necessitano di cure differenti, per via della complessità di alcuni casi clinici.
Le informazioni fornite in questo sito, ivi comprese le su riportate, sono di natura generale e pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico e/o un fisioterapista  (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione) né vogliono essere consigli per gli stessi. Solo una visita diretta presso un operatore sanitario legalmente riconosciuto ed abilitato alla professione  può portare ad una diagnosi e perciò ad un percorso terapeutico.
Nulla su questo sito  può essere interpretato come un tentativo di offrire un'opinione medica o in altro modo coinvolgere la Focusmed Srl ed i suoi dipendenti e/o collaboratori nella pratica della medicina.

800-456220